Contattaci con Whatsapp

Franchising Capsule e Cialde Caffè


Franchising Caffetteria

3 Miliardi.
No, purtroppo non è la cifra del vostro contro in banca dopo che avrete aperto un franchising di capsule caffè, ma è il numero di tazzine di caffè consumate in un anno nel nostro Paese.
Con questa cifra potrete ben capire che quello delle capsule e cialde per macchinette del caffè è un settore importate ed in crescita.

Partiamo dal fatto, più che assodato, che gli italiani siano un popolo molto affezionato a questa bevanda e che ne siano quindi grandi consumatori proprio per questi motivi, sono anche un tipo di clientela molto esigente, che sa bene cosa vuole ed è in grado di distinguere la qualità di un prodotto o di un altro.
Nel caso in cui vogliate aprire un vostro punto vendita in franchising per cialde e capsule caffè, è bene che teniate conto di questi aspetti, senza andare quindi al risparmio sul brand che sceglierete come partner.

La scelta di un buon prodotto è fondamentale per inserirsi in un settore già molto sfruttato ma che -con la giusta metodologia di marketing e con prodotti di qualità- può essere davvero interessante e remunerativo!

La metodologia dei franchising per capsule compatibili e cialde caffè - franchising caffetteria - è simile a quella di ogni altra attività in affiliazione:
il brand (detto franchisor) vi seguirà nell’apertura del punto vendita, dalla scelta del locale adatto al vostro budget ed esigenze, all’allestimento, alla fornitura del materiale promozionale e -naturalmente- provvedendo alla fornitura della materia prima.
Non mancheranno corsi di marketing e di direttive legate al marchio che rappresentate (ricordatevi che dovrete mantenere gli standard di qualità del servizio che il brand si aspetta da voi).

In questo caso, essendo prodotti alimentari, è necessario seguire alcune direttive ed iter burocratici:
- apertura di una partita iva
- iscrizione alla camera di commercio
- comunicazione di inizio attività presso il proprio comune
- apertura posizioni INPS e INAIL
- Ricerca del locale adatto ed a norma per quanto riguarda sicurezza,agibilità ed igiene (con nulla osta dell’Asl)
- essere in possesso dell’attestato SAB (per vendita e somministrazione di alimenti e bevande) o di un titolo equivalente.