Contattaci con Whatsapp

e-commerce cos'è

E-Commerce: cos'é??

Se il termine E-commerce è nato in principio solo per indicare le transazioni effettuate tramite apparecchiature e canali elettronici, il suo significato è mutato nel tempo, adeguandosi ai tempi e soprattutto i trend del mercato.
Oggi con e-commerce si indica quasi esclusivamente la compravendita effettuata tramite internet, sia di negozi reali (con vetrina virtuale) sia di negozi prettamente virtuali.

E-Commerce: cos'é? ... Facciamo chiarezza.
Vi sono due tipologie di e-commerce, quelli che vendono beni e servizi “intangibili”, come le aziende che vendono spazio web, corsi, tutorial, software, ebook, pubblicità online o buoni sconto (come Groupalia o Groupon), e negozi che offrono servizi alle persone o beni fisici, come qualunque altro negozio su strada.

Gli e-commerce di maggior successo sono riusciti a non rendere necessaria l’apertura di punti vendita reali, guadagnandosi così la fama e fungendo da pionieri in questo mondo. I più famosi sono senza dubbio Amazon e Ebay.

Come abbiamo accennato ci sono tipologie di prodotti che si prestano molto bene alla vendita online, come gli stock di immagini lo spazio internet (su cui magari costruire il proprio sito o e-commerce), il recupero e lo stoccaggio di dati ma anche quei settori in cui acquistare di persona può creare imbarazzo nel cliente, come i prodotti per adulti o medicali.
I sexyshop -prima di tutti- hanno capito l’importanza della "discrezione passiva", ovvero quella per cui il cliente è sicuramente più a proprio agio (e quindi propenso all’acquisto) tra le pareti domestiche, piuttosto che nel negozio più accogliente e riservato che possiate pensare. Proprio per questo il sexy, è un settore che sul web è una garanzia.

Tornando alle questioni tecniche, gli e commerce hanno avuto un grandissimo slancio con l’avvento dei pagamenti online certificati, resi sempre più sicuri da software e protocolli di sicurezza di ultima generazione.
Se prima lo scetticismo verso questo tipo di acquisti era anche alimentato dalla possibilità di essere truffati, da qualche anno ormai l’eventualità di subire furti di dati o di denaro si abbassata drasticamente, se non del tutto azzerata.

Proprio per tutti questi motivi sappiamo che il futuro del commercio è tutto sul web, un grandissimo mercato con potenzialità ancora enormi da sfruttare. Se da un lato vi sono moltissimi negozi, è anche vero che i BUONI negozi non sono così tanti.

Tenete presente che nel solo 2015 il commercio elettronico ha generato quasi 7 punti del nostro Prodotto Interno Lordo, generando più di 100.000 posti di lavoro all’anno (700.000 in 5 anni!).
Con l’aumentare del benessere sociale e con la diffusione (ormai capillare) di pc, tablet e smatrphones, ormai ogni cittadino ha la possibilità di fare acquisti in rete.